informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scegliere l’argomento per la tesi in scienze politiche? Consigli e esempi pratici

Commenti disabilitati su Come scegliere l’argomento per la tesi in scienze politiche? Consigli e esempi pratici Studiare a Foggia

Ci siamo trovati più volte a spiegare come scegliere l’argomento della tesi in Scienze Politiche. L’ampiezza della disciplina consente larghe maglie di scelta per il tema da trattare per l’elaborato finale. Le scienze politiche, difatti, sono un insieme di discipline che insieme studiano la politica e le sue complesse declinazioni, come lascia intuire il plurale. Ogni facoltà di Scienze Politiche ha le sue caratteristiche e peculiarità, focalizzandosi più su un ambito che su un altro, ma tutte condividono una visione di fondo che pone le dinamiche di relazione politica al centro. Non si deve confondere le scienze politiche, una materia specifica (anche chiamata politologia) che però rientra nel contenitore più vasto delle scienze politiche.

Scegliere l’argomento della tesi

su cosa scrivere la tesi in scienze politicheProprio la visione interdisciplinare che nutre e fa crescere gli studi in Scienze Politiche sta alla base della sua molteplicità di punti di vista accademici. Qui risiede anche il suo fascino, che la pone tra le facoltà più richieste dagli studenti. Questo suo punto di forza può a volte trasformarsi in una problematica. È ciò che accade quando, ad esempio, gli studenti dell’ultimo anno devono scegliere l’argomento della tesi. Tra le tante materie accademiche sono diverse quelle che hanno catturato l’attenzione, che hanno affascinato, destinate a suscitare nel tempo ulteriore desiderio di approfondimento. La lista delle discipline che si intersecano e possono essere definite affini alle scienze politiche è lunga:

  • discipline giuspubblicistiche, economia pubblica e management pubblico
  • economia politica e politica economica
  • scienza delle finanze e contabilità pubblica
  • scienza politica (che si occupa anche della comunicazione politica e dello studio comparato dei sistemi politici)
  • relazioni internazionali
  • sociologia e metodologia della ricerca sociale
  • storia delle dottrine politiche
  • storia delle istituzioni politiche
  • storia (in particolare moderna e contemporanea, storia sociale e altre scienze storiche)
  • filosofia politica e altre branche della filosofia
  • geografia politica ed economica e altre branche della geografia antropica
  • statistica e demografia

È facile intuire lo smarrimento che assale i futuri laureati quando devono decidere su quali argomenti scrivere la tesi in Scienze Politiche. Un aiuto in questo senso possiamo fornirlo noi con questo articolo, in cui intendiamo dare indicazioni e suggerimenti per chi ancora tentenna di fronte all’argomento della tesi da scegliere.

Argomenti tesi in Scienze Politiche: cose da sapere

Per la tesi in discipline politologiche ci sono alcune premesse da fare, linee guida essenziali che valgono soprattutto per queste materie accademiche. Le scienze politiche, in cui rientrano anche le discipline economiche, sociologiche e statistiche-democratiche connesse, presentano un corposo numero di dati. La presenza di una percentuale di dati all’interno delle teorie e degli argomenti da trattare per la tesi coincide con l’utilizzo di tabelle e figure. La presentazione e l’organizzazione di questi aspetti deve pertanto:

  • Essere sempre commentata nel testo
  • Includere didascalie significative

Sarebbe opportuno, a seconda della tipologia di tesi in scienze politiche, che le tabelle e le figure vengano realizzate ad hoc dallo studente. Ciò vale soprattutto per le tesi di tipo sperimentale e non per le tesi compilative per cui generalmente il materiale è stato probabilmente già prodotto. Ma qualora si dovessero utilizzare grafici e tabelle di altre pubblicazioni devono essere citate espressamente e chiaramente le fonti. Per quanto riguarda le tesi in scienze politiche le fonti più accreditate sono le seguenti:

  • Uffici statistici nazionali, ISTAT per l’Italia (http://dati.istat.it/, http://demo.istat.it/ e, per richieste specifiche, http://contact.istat.it/) ed EUROSTAT per l’Unione Europea (http://ec.europa.eu/eurostat/data/database)
  • Altrettanto importanti i siti delle banche centrali Banca d’Italia (http://www.bancaditalia.it/statistiche/) e Banca Centrale Europea (https://www.ecb.europa.eu/stats/html/index.en.html).
  • L’OCSE mette a disposizione una gran varietà di dati strutturali e congiunturali sulle economie dei paesi membri (http://stats.oecd.org )
  • Il Fondo Monetario Internazionale (http://www.imf.org/en/Data) e la Banca Mondiale (https://data.worldbank.org/products/wdi) dispongono invece di banche dati che coprono informazioni di tipo economico, sociale e demografico per tutti i paesi del mondo in serie storiche sufficientemente ampie.

Esempi di tesi in Scienze Politiche: titoli e suggerimenti

Abbiamo fatto una ricerca per capire come scegliere l’argomento della tesi in Scienze Politiche, ricordiamoci che si può spaziare su diversi campi, dalle tesi di tipo economico, giuridico fino a giungere a quelle di tipo storico.

Sicuramente la maggior parte delle tesi vengono scritte con approccio internazionale, dal momento che le scienze politiche sono considerate ormai pressoché imprescindibili dagli studi sulle relazioni internazionali. Tra i temi attuali che possono essere argomento di studio segnaliamo:

  • L’uso dei social media nella propaganda politica
  • Colonialismo e rapporti con paesi coloniali
  • Organizzazione della politica nazionale
  • Comportamenti dei consumatori
  • Flussi migratori

A partire da questi titoli comprendiamo quanti punti di vista contribuiscono a definire e comprendere ciò di cui si andrà a parlare. Il tema dei social media, e di come questi agiscano come dispositivi di potere e di sovvertimento delle dinamiche politiche tradizionali, è molto dibattuto anche all’interno dell’opinione pubblica, se pensiamo ai recenti avvenimenti che hanno segnato la campagna elettorale di Donald Trump. Per approfondire questi eventi, cause e conseguenze, non ci si può limitare a un’analisi esclusivamente politologica ma deve entrare in campo anche la sociologia e in alcuni casi anche gli aspetti legali e dunque di giurisprudenza.
Lo stesso discorso vale anche per l’argomento del colonialismo e dei rapporti con i paesi coloniali, altro topic caldo di queste settimane, topic che in Italia continua a non ricevere adeguato approfondimento all’interno dei media. Qui non può non rientrare l’approccio storico sulla questione e lo studio delle fonti.

Come scegliere la tesi in Scienze Politiche

tesi in scienze politicheCerto, internet ci viene in aiuto anche per scegliere l’argomento della tesi, ma esistono anche strade più accattivanti, più umane e relazionali. Un’alta percentuale di studenti in Scienze Politiche decide su quale argomento scrivere la tesi confrontandosi direttamente con il professore. Questo scambio permette agli studenti di proporre tesi originali, oppure di perseguire un lavoro di ricerca che si inserisce all’interno di un solco già tracciato.

I professori sono sempre propensi a elargire consigli, a offrire spunti di elaborazione per la tesi, indicando quali tematiche sono più attuali o interessanti.

A seconda del programma di studio svolto e anche dei voti ottenuti agli esami puoi fare una prima scrematura. Ovviamente pensiamo che la cosa migliore sia orientarsi verso gli esami in cui hai ottenuto i voti migliori.

Alcune università mettono a disposizione degli studenti un documento on line in cui vengono indicati per ogni professore gli argomenti di laurea a seconda della materia di insegnamento. Questa opportunità consente agli studenti di avere spunti pronti e idee più chiare su chi rivolgersi.

Una volta scelta la materia dell’elaborato finale lo studente deve far firmare al docente titolare il foglio di assegnazione tesi, di solito la domanda di tesi va presentata almeno sei mesi prima della sessione in cui si discuterà la tesi, per quanto riguarda la laurea magistrale e tre mesi per quella triennale. Il laureando della facoltà di Scienze Politiche e sociali dovrà consegnare la copia dell’elaborato rilegata al relatore e al correlatore entro il termine stabilito e indicato nel calendario, con apposito modulo di dichiarazione dell’avvenuta consegna della tesi al relatore e al correlatore, il modulo deve essere controfirmato da entrambi i docenti.

Questi procedimenti vengono svolti telematicamente, soprattutto dalle università on line come l’Università Niccolò Cusano, snellendo i tempi e le incombenze burocratiche dei futuri laureati. La laurea a distanza permette di conseguire un obiettivo di studio ambizioso, con un’alta qualità della formazione e la minor percentuale di impatto dei tempi dedicati alla documentazione.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali