informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scrivere una tesi in diritto della navigazione?

Commenti disabilitati su Come scrivere una tesi in diritto della navigazione? Studiare a Foggia

Scrivere la tesi in diritto della navigazione è un’ottima idea. Questa branca del diritto riguarda le leggi applicabili e applicate ai rapporti che intercorrono sul mare o ad esso connessi, da un punto di vista anche transnazionale. Ampio spazio viene dato alle normative internazionali ed europee, oltre che nazionali, e alle questioni inerenti il commercio internazionale. La tesi in giurisprudenza su questi temi e argomenti ha il vantaggio di non essere comune e di risultare vantaggiosamente originale e e interessante.

Tesi in diritto della navigazione

tesi in dirittoSogni di avere un futuro a contatto con impese attive nel settore marittimo? Ti piacerebbe svolgere una professione legata al mare? Perfetto. Scrivere una tesi in giurisprudenza in diritto della navigazione può spianarti la strada.

Per improntare il lavoro è necessario mettere insieme le fonti e le conoscenze dei principali istituti del diritto della navigazione, tramite gli strumenti conoscitivi ed ermeneutici tipici delle varie fonti ad esso applicabili. Si dovrà anche tenere conto degli aggiornamenti e delle recenti tendenze giurisprudenziali che attraversano il settore, nonché delle prassi adottate dagli operatori attivi nei traffici marittimi internazionali.

Lo studente alle prese con una tesi di diritto della navigazione, oltre a chiedere consulenza e supporto al relatore, deve possedere la comprensione delle regole che caratterizzano la materia e saper analizzare:

  • Le fonti del diritto della navigazione e come queste vengono coordinate per applicare la disciplina concretamente alle fattispecie
  • I beni e i soggetti concernenti i traffici marittimi, senza trascurare le riforme del sistema portuale e la disciplina che riguarda le le operazioni e i servizi portuali
  • Le fattispecie di negoziazione relative ai commerci internazionali in campo marittimo (vendita marittima, charter-parties, trasporto di persone, trasporto di cose su polizza di carico)
  • La disciplina che tutela l’ambiente marino e la disciplina internazionale e dell’Unione Europea nella concorrenza del settore dei traffici marittimi
  • Gli istituti del settore marittimo, come urto di navi, soccorso in mare, avaria comune e assicurazione marittima

Tesi in giurisprudenza: diritto della navigazione

Per preparare la tesi in diritto della navigazione devi scegliere l’argomento di riferimento sul quale concentrarti, una volta che hai scelto l’argomento procederai come si procede solitamente anche per le altre tesi di giurisprudenza, ma prestando particolarmente attenzione a:

  • Individuare le fonti applicabili alle fattispecie del diritto della navigazione per quel particolare tema che stai trattando
  • Comprendere e tenere e mente le disposizioni più importanti che regolano le fattispecie
  • Capire la struttura e il meccanismo dei contratti utilizzati nella prassi dei commerci marittimi
  • Individuare la soluzione dei casi concreti, soprattutto quelli che emergono nella tesi, indicando le norme, i contratti e i precedenti giurisprudenziali esistenti
  • Indicare la disciplina inerente la tutela dell’ambiente marino, tema sempre più rilevante alla luce dell’evoluzione della questione ambientale
  • Valutare criticamente, con spirito costruttivo e attivo, i testi di riferimento, siano essi di testi normativi di origine internazionale, dell’Unione Europea o nazionale, considerando anche le sentenze delle Corti di merito, di legittimità e della Corte costituzionale per questioni relative a temi della navigazione
  • Utilizzare il linguaggio tecnico giuridico appropriato
  • Illustrare il tema della tesi in modo chiaro, conciso e argomentato a dovere

Diritto della navigazione: principali argomenti

Gli studenti della facoltà di Giurisprudenza a Foggia sono molto interessati al diritto della navigazione, essendo la Puglia terra di sbocchi sul mare e al centro di questioni rilevanti per questa branca del diritto.

L’insegnamento del diritto della navigazione, quando previsto dal piano di studi, implica l’analisi delle nozioni e delle fonti, partendo dal diritto interno, passando per quello internazionale, dell’Unione Europea e il diritto internazionale privato. Per scrivere una tesi di diritto della navigazione non si possono non conoscere con attenzione questi approcci.

Tra i principali argomenti strettamente attenenti la disciplina che stiamo trattando in questo articolo, ecco quali sono i principali argomenti che vengono studiati e spesso scelti per tesi in diritto che approfondiscono le leggi applicate al mondo marittimo e alle relazioni che lo riguardano:

  • La nave come bene giuridico e i contratti standard relativi alla sua costruzione, vendita e finanziamento
  • La locazione di nave nella disciplina legale e nei contratti standard della prassi internazionale
  • L’armatore e personale marittimo. I porti e la riforma del 2016. Le operazioni e i servizi portuali
  • La tutela dell’ambiente marino
  • La disciplina della concorrenza nel settore dei traffici marittimi, alla luce della disciplina legale e dell’evoluzione dei mercati
  • La vendita marittima nella disciplina legale e nei contratti standard della prassi internazionale
  • I charter-parties nella disciplina legale e nei contratti standard della prassi internazionale
  • Il trasporto di persone
  • Il trasporto di cose determinate su polizza di carico
  • Gli ausiliari nel settore marittimo (broker, spedizionieri, agenti raccomandatari)
  • I sinistri della navigazione (urto di nave, soccorso in mare e avaria comune) nella disciplina legale e nei contratti standard della prassi internazionale
  • Le assicurazioni marittime nella disciplina legale e nei contratti standard della prassi internazionale

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – Iurii

Credits foto 1: Depositphotos.com – papa1266

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali