informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Diagramma a blocchi: che cos’è e a cosa serve

Commenti disabilitati su Diagramma a blocchi: che cos’è e a cosa serve Studiare a Foggia

Nel corso degli anni universitari – vuoi per riuscire ad avere un quadro più organizzato di una materia di studio, vuoi per presentare in maniera ordinata una relazione conclusiva – è utile fare affidamento sull’utilizzo di un diagramma a blocchi. Proprio per questo lo staff della Unicusano di Foggia ha interesse nel fornire tutte le specifiche su che cosa sia questo tipo di diagramma e in quali contesti può essere utilizzato con efficacia.
Diagramma di flusso
Infatti quando si parla di riassunti o mappe concettuali, non si può prescindere dall’usare degli schemi che aiutino ad organizzare al meglio le informazioni sia appannaggio di chi sta studiando sia, al tempo stesso, di chi dovrà “leggere” queste informazioni.

Un esempio lampante è quello della presentazione della tesi di laurea quando i laureandi dovranno presentare in maniera chiara il loro lavoro ad una commissione dove saranno presenti anche docenti non esperti nella materia di riferimento. L’utilizzo di diagrammi a blocchi è uno dei modi per articolare chiaramente una presentazione, rendendola fruibile a tutti. Come? L’utilità principale è quella di vedere come si “legano” i vari concetti e quali sono le tematiche chiave del lavoro di tesi.

Lo studente che presenterà un buon lavoro – in questo senso – riceverà senza dubbio il plauso della commissione. Infatti, una capacità dimostrata di organizzazione e pianificazione delle informazioni sarà certamente apprezzata.

Ovviamente utilizzare degli schemi a blocchi non serve solo ai fini della tesi di laurea ma anche nella quotidiana vita universitaria. Il concetto base, però, è il medesimo: l’organizzazione delle informazioni riesce a rendere più fluido lo studio e a sostenere la memoria visiva al momento dell’esame o di una verifica finale: avendo presente lo schema il cervello riuscirà a fare con più velocità quei collegamenti tra concetti (o anche multidisciplinari) che riusciranno ad impressionare favorevolmente il docente.

Se siete interessati all’argomento, continuate a leggere…

Diagramma di flusso: ecco come crearli

L’utilizzo di questi diagrammi a blocchi o di flusso prende il via dall’informatica per poi arrivare ad essere utilizzati in tutte le materia. Per la precisione (se vogliamo darne una definizione precisa) questi diagrammi consentono di rappresentare in maniera semplificata, sotto forma di schema, un concetto o un’idea più complessa.

Questo, come già accennato, può essere utile per studiare ma anche per esporre al pubblico un proprio progetto. Proprio per questo l’interesse verso la costruzione di diagrammi di flusso è davvero ampia tanto da aver spinto lo staff della Università Niccolò Cusano di Foggia a fornirne una dimostrazione step by step.

Ecco quindi, come organizzarsi…

Come prima cosa occorre avere ben chiaro nella propria mente l’algoritmo che si vuole schematizzare. Proprio così; anche le materie che a primo acchito non hanno niente a che fare con le scienze spesso nascondono una serie di collegamenti precisi tra i vari fatti, tanto che – se ne saltasse uno – il continuum logico e temporale salterebbe.

Ecco perché qualsiasi materia può essere considerata come una successione di eventi legati da un filo conduttore. Proprio per questo occorre sapere come organizzare uno schema concettuale.
flow chart
L’uso di un opportuno diagramma di flusso consente di rappresentare graficamente un qualsiasi algoritmo. Le condizioni sono che la lista degli eventi e delle istruzioni sia finita e che sia ordinata.

Esistono, per praticità e facilitare la comprensione, tre tipologie di blocchi elementari: i blocchi ovali per inizio e fine, blocchi rettangolari per istruzioni o comandi ma anche per presentazione di dati o risultati, blocchi romboidali per porre domande o visionare eventi scaturiti in seguito a due possibilità presentatisi.

Vi ricordiamo, comunque, che è necessario utilizzare sempre degli accorgimenti pratici: box della stessa forma identificano concetti simili o in qualche modo in relazione tra loro così come frecce di colore o forma diversa indicano diversi tipi di relazione. È fondamentale ricordare questo al fine di costruire diagrammi a cui si potrà accedere anche a distanza di tempo senza “perdere” nessuna delle informazioni contenute e che potrebbero essere condivisi e compresi anche da altre persone senza alcuna spiegazione.

App per flow chart: ecco quali utilizzare

Per creare flow chart in maniera facile, è possibile fare affidamento su alcune app e programmi per computer, vediamone alcuni…

In questo modo ci saranno delle procedure guidate che consentiranno di creare il proprio schema concettuale in poche e facili mosse, arrivando poi a poter salvare lo schema in vari formati o anche a condividerlo.

Draw.io

Draw.io è sicuramente lo strumento online più completo che mette a disposizione tantissime funzioni gratuitamente. In particolare è possibile salvare i file in Google Drive, Dropbox, Microsoft Onedrive o anche sul PC utilizzato e fornisce molti modelli e templates tra cui scegliere per non partire da zero a costruire un flow chart o una mappa.

Wireflow

Wireflow (maggiori informazioni cliccando qui) è uni strumento online gratuito per creare diagrammi di flusso di ogni genere.

Si tratta di un sito moderno, molto facile da usare e intuitivo al massimo, che funziona anche come app collaborativa per lavorare con altre persone sullo stesso progetto – ed è per questo utile all’università.

Creately

Si tratta di un servizio online che permette di creare con pochi clic del mouse diagrammi di flusso e mappe concettuali. Il sito web consente di creare diagrammi a piacimento utilizzando tra una vasta serie di forme geometriche disponibili nelle quali è possibile inserire un testo.

Per avere maggiori informazioni, cliccate su questo link.

Lucid Chart

Si tratta di un sito gratuito che – previa registrazione – consente di salvare diagrammi e grafici come file PNG, JPG, PDF o SVG ed anche di collegare file di dati, il tutto con un’interfaccia chiara e precisa.

Per saperne di più ecco il link diretto.

Diagram Designer

Un programma facile ed intuitivo con cui disegnare diagrammi ben fatti è sicuramente Diagram Designer. Questo software, infatti, consente a tutti di creare diagrammi con blocchi di varie forme, inserendo all’interno di esse un testo a piacere. Provando e riprovando si riuscirà – senza uno studio eccessivo –  a creare diagrammi efficaci di cui si finirà di non poter far più a meno.

Bubblus

È un’applicazione online che può essere usata direttamente dal browser grazie alla quale è possibile creare, bolla dopo bolla, dei diagrammi composti da diversi colori e formattazione del testo.

Il progetto si può poi salvare come file immagine o file html. Altro info?  Ecco il link diretto al sito.

Cacoo

Un altro servizio che è possibile utilizzare (stavolta sul web, senza dover scaricare nessun software) è Cacoo.  Questo consente di creare un diagramma di flusso direttamente su Internet, modificarlo e condividerlo con gli altri in maniera estremamente facile e veloce.

Ed è proprio la condivisione a rendere Cacoo un servizio di collaborazione ed inclusione: le mappe concettuali, infatti, possono diventare appannaggio di tutti e facilitare lo studio o la spiegazione. Non è raro, ad esempio, che siano gli stessi docenti a condividere con gli studenti questi diagrammi.

Questi software o siti web consigliati non sono, comunque, l’unico modo per realizzare mappe concettuali: un altro modo efficace è quello di utilizzare strumenti alla portata di tutti come Microsoft Excel o Word o anche con Disegni di Google in Google Docs. In questo caso si potrà dar libero sfogo alle proprie volontà senza rimanere dentro schemi prefissati.

Avete tutto chiaro? Siete pronti per iniziare a schematizzare ogni vostro progetto? Vi assicuriamo che non tornerete più indietro!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali