informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Film sui marines: quelli da non perdere

Commenti disabilitati su Film sui marines: quelli da non perdere Studiare a Foggia

Sei appassionato di film sui marines? La filmografia sulla seconda guerra mondiale è piena di capolavori del grande schermo, grandi titoli che sono rimasti nella storia del cinema come perle indelebili. La storia di questo corpo militare impiegato nelle guerre fin dalla guerra d’indipendenza americana ha fornito materia d’ispirazione a moltissimi registi. Ecco quali sono i film da non perdere.

Chi sono i marines?

classifica migliori film di guerraIl corpo dei Marines è un corpo militare degli Stati Uniti. Il nome parla chiaro, originariamente nascevano come fanteria di marina. Agli inizi della loro vita militare erano impegnati soprattutto per interventi di sicurezza sulle navi e per operazioni anfibie, ma la storia ha portato la Forza Armata a crescere e a cambiare ruoli nel corso delle varie guerre. Per questo motivo ricoprono un ruolo speciale all’interno della storia militare dell’America. Nonostante i 182.000 militari in servizio (più 38.000 nella Riserva) sono il secondo corpo più piccolo delle forze militari statunitensi, anche se questi numeri superano l’intero esercito del Regno Unito.

I film di guerra ci aiutano a conoscere la storia dei marines, la loro importanza dal punto di vista della storia, dell’economia e della società. In questa guida ti proponiamo i titoli migliori per entrare nell’affasciante mondo dell’addestramento e degli interventi di uno dei corpi più straordinari che la storia militare conosca.

Filmografia sui Marines: cosa vedere assolutamente

Era l’11 luglio del 1798 e per la prima volta nacquero i marines. Dedicarci a ricostruire l’intera storia di questo corpo militare ci costerebbe qualche mese di studio e svariate pagine. Tra gli eventi più significativi che hanno visto questo corpo militare protagonista ricordiamo:

  • La guerra d’indipendenza americana
  • Il conflitto ispano-americano
  • Guerra in Vietnam
  • Guerra in Afghanistan

Sempre a combattere a fianco della propria patria. Il cinema come poteva esimersi dal mostrare un ritratto complesso, fedele e a volte controverso di questo pezzo di America? Non si contano i successi cinematografici che hanno immortalato i soldati del United States Marine Corps.

Oltre 200 anni di storia del mondo vista dagli occhi dei marines. Non è facile selezionare pochi titoli, ma ci abbiamo provato, cercando di trovare un equilibrio tra una versione che li descrive come stupratori crudeli e un’altra che li dipinge come eroi indiscussi.

Flags of our Father (2006)

Le fotografie riescono a catturare attimi che condensano intere epoche. I film sulla guerra sono un insieme di fotografie. Capita raramente, ma quando quello scatto rubato riesce ad andare oltre le mani di chi l’ha saputo cogliere il mondo intero si accorge di avere il ritratto di ciò che sta accadendo. Nel 1945 una foto ritrae sei marines mentre issano la bandiera sulla cima dell’isola di Iwo Jima. Quella bandiera è a stelle e strisce.

La battaglia che aveva avuto luogo in quel territorio era stata particolarmente cruenta. La fotografia mostra l’animo determinato e valoroso di un corpo militare e di tutta l’America, che vincerà la guerra contro il Giappone. Chi erano questi sei soldati?

Clint Eastwood ci racconta questa storia. Tre di loro morirono pochi giorni dopo quello scatto, mentre gli altri tre divennero eroi della patria. Il film è tratto dal libro scritto da uno di loro.

La trama non è così semplice. Quella simbolica bandiera, che un politico vorrebbe ardentemente per propaganda politica, tira fuori una verità scomoda: la foto è un falso. La vera bandiera è stata issata in un altro momento, non ripreso dall’occhio della macchina fotografica. Ciò che stupisce del film è la capacità di mettere in scena la cruda umanità, non solo del conflitto ma sopr

attutto delle persone coinvolte, che tutto speravano meno che diventare eroi.

Full Metal Jacket (1987)

Non stiamo parlando soltanto di film sulla seconda guerra mondiale. I marines sono ricordati anche e soprattutto per un conflitto in Asia. I metodi poco gentili di un sergente alle prese con i marines appena reclutati per la guerra in Vietnam sono la trama di questo grande film di un regista eclatante come Stanley Kubrik. La città di Hue, località

asiatica in cui si svolge una terribile battaglia, sarà il luogo in cui impareranno dolorosamente cosa vuol dire guerra.

Fotografia, regia, sceneggiatura, tutto contribuisce a restituire il senso di quanto possa essere folle e insensato la propensione umana per il conflitto e la convinzione di una superiorità su ogni essere e oggetto. La caserma e il campo di battaglia sono lo sfondo di questo delirio. Tutto è perfettamente ricostruito, nonostante sia stata Londra la location principale. I personaggi asiatici sono interpretati da attori di origine vietnamita e lo stesso sergente Hartman (uno dei protagonisti principali) è stato istruttore dei veri Marines.

Tra i luoghi scelti per mettere in scena il conflitto citiamo:

  • Norfolk Broads
  • Cliffe
  • Becktion Gasworks
  • Epping Forest
  • Bassingbourn Barracks

Nonostante si tratti di località del Regno Unito l’ottimo lavoro fatto per la scenografia e la sapiente fotografia hanno saputo dare l’idea precisa di quello che poteva essere il conflitto in Vietnam.

Fury (2014)

migliori film di guerra

Una pellicola recente, che ha saputo colpire la critica e gli spettatori e che ha letteralmente sbancato i botteghini. Strano, perché ultimamente i film sulla seconda guerra mondiale non sono così apprezzati dal pubblico. Ma un Brad Pitt in stato di grazia è capace di fare miracoli. In questo caso stiamo probabilmente parlando di una delle sue interpretazioni migliori. Interpreta Don Collier, un sergente al comando di cinque soldati in missione su un carro armato chiamato Fury. L’obiettivo è la Germania nazista che ormai è visibilmente al collasso. Ci vorrà una buona dose di determinato coraggio per affrontare quella situazione nonostante l’inferiorità numerica e con pochissime armi e competenze. La guerra con tutta la sua cattiveria non fa sconti a nessuno.
Nonostante non sia esattamente un film sui marines resta uno dei film di guerra recenti più bello da vedere. Valeva la pena citarlo.

Nato il quattro luglio (1989)

Oliver Stone, regista di questo film sui marines un po’ diverso dal solito, sceglie la biografia di un soldato rimasto sulla sedia a rotelle dopo il conflitto in Vietnam. Anche in questo caso si tratta di un film tratto da un libro. La trama si gioca sul conflitto interno di questo personaggio, che al momento della partenza al fronte è entusiasta e felice di poter servire la patria, ma al suo ritorno si renderà conto dell’indifferenza e dell’assoluta vuotezza dei valori di una nazione. La sua trasformazione sarà profonda e inesorabile e il suo animo pacifista avrà la meglio.

Non è solo un film di guerra, anzi non lo è proprio. È un discorso ampio sull’America e i suoi protagonisti, magistralmente interpretato da un Tom Cruise che riesce a dare il meglio di sé.

Brothers (2009)

Come abbiamo già detto il corpo dei Marines non è stato impiegato soltanto durante la seconda guerra mondiale o durante il conflitto in Vietnam. Ci sono state guerre più recenti in cui hanno preso parte. Una di queste è quella in Afghanistan. È quella che in parte racconta questa pellicola. Un padre, veterano della guerra in Vietnam. Un figlio, Sam, in partenza per la quarta volta in Afghanistan. Un altro figlio, Tommy, poco di buono e alcolizzato. Quest’ultimo, alla morte (presunta) del fratello al fronte dovrà occuparsi della vita dell’eroe scomparso e finirà per innamorarsi della moglie. Ma il fratello è ancora vivo, pieno di traumi che la guerra e le torture dei talebani hanno lasciato dentro di lui. Un discorso intimo sul lascito della guerra nelle vite famigliari e nei cuori delle persone. Un melodramma: amore e orrore, guerra e follia, il campo di battaglia e il campo dei sentimenti completamente minati dalle dinamiche belliche.

Non è stato facile scegliere questi cinque film sui marines. Abbiamo voluto omaggiare i grandi registi, quelli che hanno costruito la storia del cinema, non solo con questi titoli ma con tutta la loro carriera. Non potevamo ridurci a segnalare una filmografia sulla seconda guerra mondiale, ma abbiamo voluto spaziare per generi e punti di vista, storici e umani. Ti auguriamo buona visione.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali